Che cos’è il grado di protezione IP per l’illuminazione: cos’è e come sceglierlo

Che cos’è il Grado di Protezione IP dei corpi illuminanti? Conosciuto in ingegneria elettronica con l’acronimo codice IP (International Protection), si tratta di una sigla convenzionale disciplinata dallo standard tecnico contenuto nella norma EN 60529 (recepita come norma CEI 70-1) per individuare il grado di protezione e di resistenza degli involucri dei dispositivi elettrici ed elettronici agli agenti esterni atmosferici solidi e liquidi.
Scopriamo in questa guida che cos’è e come scegliere il grado di protezione IP per l’illuminazione.

Grado di protezione IP per l’illuminazione: che cos’è?

Il grado di protezione IP per l’illuminazione è un parametro che deve essere tenuto in debita considerazione fin dalle primissime fasi di avvio del progetto d’illuminazione.
È facile che la scelta di un apparecchio d’illuminazione con un inadeguato grado di protezione IP possa portare all’insorgenza di problematiche di non poco conto, anche dal punto di vista della sicurezza.
Il grado di protezione IP misura la capacità di un apparecchio di illuminazione di resistere agli agenti atmosferici (corpi solidi, polvere, spruzzi, gocce, pioggia, umidità, moscerini, etc.), in modo tale da preservarne il buon funzionamento nel tempo.

La Sigla IP è l’acronimo del Grado di Protezione (International Protection) a cui seguono due numeri (IP65,IP44, IP67, IP68, etc. etc.), ed è un indice le cui specifiche tecniche sono contenute e disciplinate all’interno dallo Standard IEC 60598-1 LUMINAIRES – Part 1: General requirements and tests.

Il suddetto standard recepisce l’IEC 60598-1:2014, il quale specifica i requisiti generali per gli apparecchi di illuminazione, che incorporano sorgenti luminose elettriche per il funzionamento degli impianti fino a 1.000 V.

L’ottava edizione della normativa del 2017-09-15, annulla e sostituisce la settima edizione pubblicata nel 2008: essa costituisce una revisione tecnica e include le modifiche tecniche significative rispetto alla precedente edizione.
grado protezione ip

La protezione contro la penetrazione di corpi solidi

Per quanto concerne la prima cifra della sigla IPXX, essa individua la protezione contro il rischio di penetrazione di corpi solidi e contro l’accesso a parti pericolose:
IP0X = nessuna protezione contro i corpi solidi esterni;
IP1X = involucro protetto contro corpi solidi di dimensioni superiori a 50mm e contro l’accesso con il dorso della mano;
IP2X = involucro protetto contro corpi solidi di dimensioni superiori a 12mm e contro l’accesso con un dito;
IP3X = involucro protetto contro corpi solidi di dimensioni superiori a 2.5mm e contro l’accesso con un attrezzo;
IP4X = involucro protetto contro corpi solidi di dimensioni superiori a 1mm e contro l’accesso con un filo;
IP5X = involucro protetto contro la polvere e contro l’accesso con un filo;
IP6X = involucro totalmente protetto contro la polvere e contro l’accesso con un filo.

La protezione contro la penetrazione di corpi liquidi

Per quanto concerne la seconda sigla dell’IPXX, essa identifica la protezione contro la penetrazione dei corpi liquidi:
IPX0 = nessuna protezione;
IPX1 = involucro protetto contro la caduta verticale di gocce d’acqua;
IPX2 = involucro protetto contro la caduta di gocce con inclinazione inferiore a 15°;
IPX3 = involucro protetto contro la pioggia;
IPX4 = involucro protetto contro gli spruzzi d’acqua;
IPX5 = involucro protetto contro i getti d’acqua;
IPX6 = involucro protetto contro le ondate;
IPX7 = involucro protetto contro gli effetti dell’immersione;
IPX8 = involucro protetto contro gli effetti della sommersione.

Comunque in generale gli apparecchi d’illuminazione non possono avere grado di protezione inferiore a IP20.

Lampade per interni ed esterni: qualche esempio di grado di protezione

Ecco qualche esempio di IP presente su alcune lampade per interni ed esterni in modo tale da capire le differenze e poter valutare la scelta del grado di protezione.
– Il grado IP44, ad esempio, garantisce la protezione contro la penetrazione di corpi solidi maggiori di 1 mm. La lampada da parete in cromo LED IP44 Spot è ideale da posizionare in bagno, permette la protezione contro la penetrazione di liquidi da gocce di vapore acqueo ed eventuali spruzzi.

– La lampada IP54 fornisce una garanzia totale contro la penetrazione di corpi solidi, liquidi, vapori o spruzzi provenienti da ogni direzione: questa lampada è adibita per illuminare le pareti delle abitazioni.

– La lampada IP55 LED esko con base cromata con attacco e diffusore opale protegge totalmente dalla penetrazione di corpi solidi, ma anche da gocce, vapori e getti d’acqua: ideale per essere posizionata sulle pareti esterne di villini con giardino e piscina.

Scelta del grado di protezione IP: conclusioni finali

Come esposto e spiegato in questa guida, è fondamentale valutare il grado di protezione IP che ci consente di scegliere il corpo illuminante migliore.
Ad esempio, per gli interni dell’abitazione o di ufficio, è necessario optare per il grado di protezione da IP20 a IP60.

Nei casi in cui la luce debba essere posta all’esterno o in ambienti interni, come la cucina ed il bagno, location in cui entra in contatto con l’acqua, il vapore acqueo e gli spruzzi in ogni direzione, è fondamentale optare per il grado di protezione IP54 o IP55.

Nei casi in cui la luce debba stare sott’acqua (piscine, fontane, acquari, etc.) allora è necessaria una protezione IP68.